News

23 / 02 / 2018

Lo smartphone pieghevole parla cinese

ZTE lancia Axon M in Italia: il suo mercato strategico

Dalla Cina arriva lui, lo smartphone che si piega come un libro e l'Italia lo guarda con crescente interesse. Proprio ieri, infatti, la cinese ZTE, azienda hi-tech con sede a Shenzen, ha ufficialmente lanciato sul territorio italiano la sua ultima fatica tecnologica. Uno smartphone, appunto, ma con una particolarità che ha l'ambizione di segnare una nuova era. Axon M, questo il nome dell'ultimo device della casa dagli occhi a mandorla, è sì uno smartphone ma pieghevole.
"Nel corso degli anni, sia la tecnologia mobile che le abitudini dei consumatori si sono evolute profondamente, mentre l'esperienza utente è rimasta quasi immutata. " - ha dichiarato Samuel Sun, il Ceo della divisione EMEA di ZTE Mobile Devices. "Fino all'arrivo di Axon M. - ha detto con orgoglio il Ceo - Il nuovo concetto di smartphone presentato da ZTE rivoluziona gli standard finora conosciuti e permette di fatto un utilizzo del tutto rinnovato del telefono attraverso il multitasking." - ha aggiunto il Ceo.
Ma in che modo il nuovo smartphone della cinese vuole farsi promotore di questa inedita esperienza d'uso? Il mercato degli smartphone pieghevoli al momento rappresenta ancora solo un'ipotesi, un'idea su cui stanno lavorando moltissimi big del settore, da Samsung a Huawei, tanto per restare in Cina e non ci sarà da stupirsi se al prossimo Mobile World Congress di Barcellona su cui salirà il sipario lunedì prossimo, modelli di questo tipo se ne vedranno molti.
Per ora il pioniere è ZTE con il suo Axon M, lo smartphone pieghevole dal doppio display. Due schermi, quindi, pensati per consentire all'utente di fare un uso del device molto variegato. Le modalità d'uso dello smartphone arrivano fino a tre. Si parte da quella singola, per un esperienza d'uso tipica del quotidiano con un solo display da sfruttare per le consuete operazioni compiute con lo smartphone; si passa alla modalità dual, con la quale i due schermi vengono utilizzati contemporaneamente consentendo all'utente di compiere un azione su uno, come prenotare un volo aereo, e una differente sull'altro, come acquistare un prodotto online; terza e ultima è la modalità estesa per godere a pieno della visualizzazione di contenuti, come guardare un film in streaming, magari anche in modo condiviso con gli amici, grazie ai due schermi completamente aperti che raggiungono l'ampia dimensione di 6,75 pollici, una sorta di mini tablet.
Ovviamente per far si che Axon M funzioni bene, soprattutto nella versione dual, è necessario che l'universo app sia perfettamente compatibile con questa innovativa modalità d'uso dello smartphone. Per questo, "ZTE lavorerà a stretto contatto con i migliori sviluppatori per ottimizzare le applicazioni dei device dual screen". La promessa dell'azienda di Shenzen.
Come già anticipato all'inizio Axon M è arrivato ieri in Italia, dopo essere stato lanciato negli Stati Uniti, in Giappone e ovviamente in casa, in Cina. Il mercato italiano rappresenta per ZTE una realtà piuttosto interessante e strategica e l'azienda ha dimostrato nel corso degli anni, da quel lontano 2010, quando è stato lanciato il primo smartphone della casa nello Stivale, di voler investire nel Belpaese. Proprio a metà febbraio, infatti, ZTE ha inaugurato un Centro di ricerca e innovazione a l'Aquila, a testimonianza del fatto che l'Italia resta un centro interessante nelle logiche di mercato dell'azienda cinese.
Axon M, lo smartphone pieghevole è, dunque, arrivato. La distribuzione è in esclusiva solo per Tim. L'operatore permette di acquistarlo in un'unica soluzione a partire da 899,99 euro o anche in modalità rateizzata per 30 mesi a 20 euro, senza alcun anticipo.
Axon M, lo smartphone che si piega ma non per debolezza ma per estrema flessibilità.

La Redazione